a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'Torna lo spettro della Grexit: per il FMI la sostenibilità del debito non è credibile

Torna lo spettro della Grexit: per il FMI la sostenibilità del debito non è credibile

La storia si ripete: la Grecia non riesce a crescere e ha bisogno di soldi per ripagare i propri debiti. Così oltre al rischio Brexit, torna di moda anche il rischio Grexit.

In Grecia la temperatura torna ad alzarsi

La trascrizione di una conversazione riportata da WikiLeaks[1] tra i funzionari del Fondo Monetario Internazionale ha fatto riemergere il rischio Grexit.

A otto mesi di distanza dall’approvazione del piano di aiuti da €86 miliardi di euro concesso ad Atene, torna quindi a salire la tensione tra il Governo Tsipras ed il Fondo Monetario Internazionale.

La posizione del Fondo Monetario è piuttosto chiara[2]: per fare in modo che la Grecia possa tornare a finanziarsi sui mercati occorre rimettere mano alle pensioni e allentare le richieste dei creditori (debt relief).  Infatti, per il Fmi, alle attuali condizioni la sostenibilità di lungo termine del debito non è “credibile”.

Il Governo dal canto suo non pare avere alcuna intenzione di toccare le pensioni. E per quanto riguarda la posizione della Commissione Europea è molto difficile (ad oggi) che la Germania accetti qualsiasi ipotesi di debt relief.

Le prossime scadenze finanziarie

Nonostante l’ennesimo piano di aiuti, la storia continua a ripetersi: la Grecia non riesce a crescere e ha bisogno di soldi per ripagare i propri debiti.

Entro agosto, il Paese ha circa 16 miliardi di euro di debiti in scadenza, e se i creditori non riuscissero a trovare una mediazione, la Grecia potrebbe ritrovarsi per l’ennesima volta in emergenza finanziaria con eventuali ripercussioni sui mercati e crescita economica.

Oltre al rischio Brexit è tornato di moda il rischio Grexit.

[1] https://wikileaks.org/imf-internal-20160319/transcript/IMF%20Anticipates%20Greek%20Disaster.pdf

[2] https://blog-imfdirect.imf.org/2016/02/11/greece-toward-a-workable-program/

Tag Articolo
Scritto da

Segue tematiche economiche e finanziarie per il team financial strategies group di Advise Only. Dopo aver conseguito una doppia laurea in Management all’Università di Torino e all’ESCP Europe, ha deciso di proseguire i suoi studi con un master in Economia Internazionale a Paris Dauphine. Dopo 4 anni di vita parigina ed esperienze lavorative come economista e strategist, sbarca in Advise Only con l’obiettivo di sviluppare la parte di analisi economica e congiunturale.

lascia un commento