a
a
HomeINVESTIREASSET ALLOCATIONCome investire i risparmi: l’asset allocation Advise Only di settembre 2014

Come investire i risparmi: l’asset allocation Advise Only di settembre 2014

Archiviate le vacanze e con l’estate ormai agli sgoccioli, è tempo di tornare alla vita normale. E, tra le varie attività quotidiane, ripensare ai propri risparmi. Per aiutarvi, come ogni mese, Advise Only vi propone l’asset allocation (cliccate sul link, la trovate sulla spalla destra della pagina).

L’asset allocation è un documento mensile a disposizione di tutti gli investitori. Essa:

  • spiega come investire – basta scegliere uno tra i nove portafogli proposti all’interno dell’app Portafoglio Express e poi salvarlo sul proprio profilo Advise Only; a questo punto, non resta che apportare le modifiche indicate nell’asset allocation mese per mese;
  • presenta, in modo chiaro e semplice, l’opinione dei nostri esperti;
  • offre questi servizi gratuitamente, basta solo l’iscrizione al sito.

Se ancora non hai scelto un portafoglio, puoi farlo subito. Basta accedere al nostro sito. Clicca per saperne di più.

 Asset allocation settembre 2014 Advise Only

L’opinione di Advise Only

Quest’estate per fortuna non si sono avuti scossoni significativi sui mercati finanziari: i temuti “mostri estivi”, non hanno infatti penalizzato i nostri portafogli o messo in discussione l’equilibrio della nostra asset allocation.

Gli ultimi due mesi sono però stati contraddistinti da un peggioramento dei dati economici, soprattutto nella zona euro e in Giappone, e da un aumento del rischio geopolitico. Accedi per saperne di più.

Europa

Nella zona euro, il peggioramento generalizzato dei dati economici (PIL, inflazione e disoccupazione) ha forzato la mano alla BCE che ha deciso di tagliare i tassi di riferimento e attivare una piano d’acquisto di titoli obbligazionari. Sarà sufficiente per rilanciare la crescita? E presto per dirlo, ma come ha dichiarato Mario Draghi occorre che la politica faccia la sua parte e fino questo momento di passi  in avanti ne sono stati fatti pochi.

USA

L’economia cresce (+4,2% annualizzato nel secondo trimestre) e i dati sul mercato del lavoro e sulle aspettative dei direttori d’impresa sembrano confermare il trend. Il tapering sta volgendo al termine, ma il movimento dei tassi d’interesse resta graduale, senza incorporare un repentino cambio di politica monetaria (che rimane espansiva). Le imprese hanno presentato bilanci solidi, con relazioni trimestrali incoraggianti. L’S&P500 ha superato per la prima volta nella sua storia i 2.000 punti; in questo clima i mercati azionari possono continuare a salire.

Giappone

Nel secondo trimestre il PIL è calato, in linea con le aspettative (-1,8% t/t). La Banca centrale del Giappone (BoJ) ha dichiarato che nel Paese è in atto una moderata ripresa anche se i recenti dati economici mettono in discussione questo scenario. Tuttavia, gli investitori non hanno perso la fiducia e, stando alle recenti performance azionarie, sembrano continuare ad apprezzare il mercato nipponico.

Paesi Emergenti

In aggregato, gli investitori continuano a privilegiare i mercati azionari dei Paesi Emergenti rispetto a quelli sviluppati. La Russia è però esclusa, penalizzata dal conflitto politico con l’Europa. In Cina il mercato azionario continua invece ad avere momentum positivo, mentre preoccupano un po’ le condizioni dell’economia in Brasile, che a breve affronterà nuove elezioni.

Come investire? Scenario base

Dopo anni di politiche monetarie a senso unico, ci stiamo avvicinando ad una fase in cui la divergenza tra Paesi si farà in questo senso più marcata. Per questa ragione alcuni investitori iniziano a domandarsi se non sia il caso di ridurre l’esposizione agli asset rischiosi. Per noi non è ancora arrivato il momento.

Infatti, rispetto a luglio lo scenario di base non è cambiato: l’economia globale appare in ripresa, le politiche monetarie restano complessivamente espansive, l’inflazione è bassa e i tassi d’interesse compressi. Tenuto conto del binomio rischio/rendimento, le valutazioni sono complessivamente positive per il mercato azionario e, in misura inferiore, per le commodities. Al contrario, i bassi rendimenti obbligazionari non offrono particolari occasioni d’investimento. Accedi per saperne di più.

Sintesi dell’asset allocation

Le  opportunità d’investimento continuano a essere limitate e non mancano i rischi latenti. Noi continuiamo a preferire le azioni alle obbligazioni e una certa dose di liquidità per ragioni di diversificazione e controllo del rischio. Accedi per saperne di più.

Scegi il tuo portafoglio, salvalo sul tuo account e continua a seguire l’asset allocation mesnsile

come investire il risparmio

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.