a
a
HomeECONOMIA E MERCATI#LettoPerVoi: recensione de “Il tramonto dell’euro” di Alberto Bagnai

#LettoPerVoi: recensione de “Il tramonto dell’euro” di Alberto Bagnai

bagnai

Inauguriamo oggi “#LettoPerVoi”, la rubrica della redazione di AdviseOnly che recensisce e divulga al grande pubblico i libri e paper di economia e finanza più interessanti. Partiamo con uno dei temi che ha fatto più discutere sul nostro blog: l’uscita dall’euro.

In Italia, uno dei principali sostenitori di questa tesi è Alberto Bagnai, professore associato di Politica economica all’Università G. D’Annunzio di Pescara. Nel 2012 ha pubblicato “Il tramonto dell’euro. Come e perché la fine della moneta unica salverebbe democrazia e benessere in Europa” (214 pp., Imprimatur editore, disponibile sia in formato cartaceo, sia nella versione e-book).

“Il tramonto dell’euro” di Alberto Bagnai

alberto bagnaiIl libro, quanto mai attuale, rappresenta una bussola nell’attuale fase d’incertezza economica e politica.

È ben scritto, documentato, mai banale e di facile leggibilità.

Il prof. Alberto Bagnai (nella foto) si concentra principalmente sulle motivazioni economiche d’insostenibilità della moneta unica e lo fa con grande conoscenza sia della teoria che dei dati. Nelle motivazioni sottostanti la consegna del Premio di Letteratura Economica e Finanziaria Canova Club si legge:

Alberto Bagnai riesce – con questo libro – in un’autentica missione impossibile: illustrare argomenti di economia e politica economica estremamente complessi ed intricati con un linguaggio scorrevole ma nel contempo rigoroso. L’autore conferendo al proprio testo carattere divulgativo offre al pubblico un servizio che né la stampa né le trasmissioni televisive sono state in grado di fornire

Cosa ne penso del libro

A mio giudizio, l’opera di divulgazione iniziata dal professor Bagnai con l’apertura del suo blog Goofynomics, non solo è importante, ma anche molto utile, soprattutto perché ha rotto il tabù in Italia che impedisce di mettere in discussione il regime di cambio rigidamente fisso che si è instaurato con l’ adozione della moneta unica.

Alberto Bagnai ritiene che l’euro stia condizionando pesantemente la crisi che stiamo vivendo in Italia e nell’eurozona. Senza dare facili ricette per uscire dalla recessione, spiega perchè le condizioni per la sostenibilità dell’euro, nell’attuale sistema, non sono realizzabili e afferma come l’uscita dall’euro sia inevitabile, nonché una condizione necessaria ma non sufficiente per la risoluzione della crisi stessa.

Sulla falsariga dell’ottima cronistoria degli errori del passato che ci hanno condotto alla catastrofe annunciata (da emeriti economisti e premi Nobel per l’economia), Alberto Bagnai abbatte numerosi luoghi comuni.

Uno dei meriti che ritengo vadano attribuiti all’opera di divulgazione (racchiusa nei capitoli finali del libro) è ragionare sul dopo, ovvero sulla gestione della fine dell’euro. Precludere questa possibilità dell’uscita dall’euro, significa creare un vuoto nell’analisi, ridurre lo spazio di manovra e la stessa capacità negoziale del nostro paese sui tavoli internazionali europei ma anche, essere impreparati di fronte a questo evento.

Personalmente ritengo che, al di là dei convincimenti personali di ognuno, la lettura del libro è utile e importante per ampliare il dibattito su un tema di cui bisogna discutere di più.

tramonto dell'euro - alberto bagnai

Scritto da

Dopo l'importante esperienza lavorativa in AdviseOnly, dove ha ricoperto il ruolo di portfolio advisor e analista macroeconomico, è entrato in Cassa Depositi e Prestiti. Ha conseguito la Laurea in Economia Politica all'Università degli Studi di Roma I "La Sapienza", trascorrendo alcuni periodi di studio all'estero ed il Master in Finance (II livello) presso l’Università di Torino (CORIPE Piemonte). La sua principale passione è l'economia.

Ultimi commenti
  • “In Grecia è corsa agli sportelli: ritirati 3 miliardi. Due istituti chiedono contanti alla Banca centrale ellenica. Fitch, giù l’outlook”
    http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/notizie/2015-01-16/in-grecia-e-corsa-sportelli-ritirati-3-miliardi-due-istituti-chiedono-contanti-banca-centrale-ellenica-114946.shtml

    Corralito Argentino 2: la vendetta!

    Mi chiedo se questi Greci ritirano gli Euro per poi andare a votare Tsipras.

    Bagnai dovrebbe candidarsi, con Salvini e Grillo.

  • Vi segnalo un libro altrettanto interessante sull Euro Zona e le sue problematiche, il libro è: “La Soluzione per l’Euro ” di Cattaneo e Zibordi, un libro molto interessante che propone una soluzione e alternativa reale alla uscita secca dall’Eurozona, gli autori propongo la creazione di una nuova moneta i CCF, attraverso la quale tagliare le tasse e rilanciare la domanda, in buona sostanza propongono un efficace sistema per mettere liquidità in tasca alle imprese ed ai lavoratori, cosa che Secondo il mio modesto parere il QE di M.Draghi non potrà realizzare da solo in quanto servirebbero governi più efficienti nelle riforme del paese, riforme che però devono andare a creare un nuovo Welfare States , attraverso politiche meno austere e con una classe politica meno corrotta e incline al malaffare, unico vero problema tutto “Italiano” .
    Salve
    A presto

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.