a
a
HomeECONOMIA E MERCATIGRAFICO DELLA SETTIMANAGrafico della settimana: investire in azioni è diventato più rischioso?

Grafico della settimana: investire in azioni è diventato più rischioso?

Il mondo è cambiato”.

This time is different” (“Questa volta è diverso”).

Quante volte abbiamo sentito questa frase? Vediamo se è vero anche per il rischio delle azioni. In altri termini: oggi è più rischioso investire in azioni rispetto a 10, 20, o anche 50 anni fa?

rischio investire azioni

La nostra analisi

Per dare una prima (grezza) risposta a questa domanda, ho considerato l’indice azionario USA Dow Jones, uno dei pochi con una storia molto lunga (su Bloomberg la serie dei prezzi parte nel 1928). Una sorta di monumento dei mercati finanziari, insomma. Poi, utilizzando la storia dell’indice, ho stimato la volatilità storica del mercato, cioè la sua propensione ad oscillare (non entro nei dettagli, fidatevi, ho utilizzato una tecnica statistica standard – per gli affamati di tecnicismo è un modello EGARCH con residui t-Student). Il risultato è riportato nel grafico sotto.

volatilita-1928-2014

I risultati

Ecco alcuni fatti importanti che si deducono dal grafico.

  • La volatilità raggiunta durante la crisi del ’29 non è stata più raggiunta successivamente.
  • L’intero periodo che va dalla fine degli anni ’20 all’inizio degli anni ’40 è quello caratterizzato dalla volatilità maggiore. In altri termini, mai come in quel periodo i prezzi delle azioni americane hanno oscillato violentemente.
  • Durante il crash del 1987 si è raggiunta una volatilità più elevata di quella della crisi Lehman nel 2008.
  • Negli ultimi 10-15 anni si sono intensificati periodi con picchi di volatilità al di sopra della media (benché la media non sia variata granché).

Il mercato azionario USA non è rappresentativo di tutte le Borse, certo, però è il mercato più importante al mondo per dimensioni e volumi scambiati. E, dal grafico, si deduce come, più che essere diventata maggiormente volatile, la Borsa USA sia soggetta a scossoni più frequenti. Ci sono buone ragioni per pensare che questo valga anche per altri mercati azionari.

Presto faremo un approfondimento anche su questo, continuate a seguirci!

Nel frattempo, se volete essere sempre aggiornati sull’andamento dei mercati e sul rischio sistemico nelle principali regioni del mondo, vi basta dare un’occhiata alla sezione Mercati finanziari del nostro sito.

Buona navigazione!

Scritto da

Uno dei fondatori di AdviseOnly, responsabile del Financial & Data Analysis Group. Esperto di finanza e gestione dei rischi, statistico Bayesiano, lunga esperienza in Allianz Asset Management, è laureato in scienze economiche con indirizzo quantitativo-statistico all'Università di Torino. Docente di Quantitative Portfolio Management al Master in Finance dell'Università di Torino, ha pubblicato vari articoli su riviste finanziarie (fra le altre: Journal of Asset Management, Economic Notes, Risk), contribuendo a libri su investimenti e gestione dei rischi. Ex-triathleta, s'ostina a praticare apnea, immersioni e skyrunning.

Ultimi commenti
  • Non sono d’accordo

    • Raffaele Zenti

      Ovvero?

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.