a
a
HomeECONOMIA E MERCATIGRAFICO DELLA SETTIMANAGrafico della settimana: l’Eurozona che non cresce e l’Italia in recessione

Grafico della settimana: l’Eurozona che non cresce e l’Italia in recessione

L’economia della zona euro è debole e i dati sul PIL confermano quello che già si sapeva: l’Europa ha un problema di crescita. E l’Italia è al centro di questo problema.

Nel terzo trimestre del 2014, il PIL dell’eurozona è cresciuto dello 0,2% t/t, dopo un modestissimo +0,1% t/t nel trimestre precedente. Ci si poteva aspettare qualcosa di diverso?

In realtà, no. Il peggioramento dei dati economici, la bassa inflazione e il livello dei tassi d’interesse sulle obbligazioni governative disegnano uno scenario di debole crescita.

Ma c’è anche chi non cresce per niente.  Infatti l’ Italia e Cipro sono gli unici due Paesi dell’Unione Monetaria Europea (UME) a essere in recessione. Per il secondo mese consecutivo, infatti, il PIL italiano ha perso terreno contraendosi dello 0,1% t/t oppure del 0,4% a/a: è recessione conclamata.

Vediamo la situazione dell’Italia e confronto con gli altri Paesi della zona euro nel grafico.

PIL_zona_euro_2008_2014

Qualche riflessione sulla crescita dell’Europa

All’orizzonte non c’è nulla che possa invertire questo trend velocemente. Se, con un certo impegno, vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, ci sono almeno tre elementi da considerare.

  1. Il “malato d’Europa” al momento non è la Francia: il suo PIL è cresciuto del +0,3% t/t (rispetto al -0,1% precedente), meglio delle attese, ma soprattutto ha evitato la recessione.
  2. La Germania sembra aver allontanato le difficoltà del secondo trimestre (+0,1% t/t vs -0,1% t/t).
  3. Il PIL della Grecia è in espansione per il terzo trimestre consecutivo (+0,7%).

Tuttavia, ci vuole ben altro per far ripartire la crescita nella zona euro e, come è ormai chiaro, la BCE da sola può fare ben poco. Servono anche politiche economiche di spessore.

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Ultimi commenti
  • Ma non avete messo Atene: +0.7% il migliore dell’Eurozona!!!
    Poi dice che la Torika non serve a niente! 🙂

  • Ma non avete messo Atene: +0.7% il migliore dell’Eurozona!!!
    Poi dice che la Torika non serve a niente! 🙂

  • Which data have you used for Spain? I think that due to the methodology change you cannot go that far back you are mixing two types of data no? Please elaborate

  • Which data have you used for Spain? I think that due to the methodology change you cannot go that far back you are mixing two types of data no? Please elaborate

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.