a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'Il web ha superato la radio e i giornali, TV vicina. Ecco il suo impatto sulle imprese

Il web ha superato la radio e i giornali, TV vicina. Ecco il suo impatto sulle imprese

Il web ha compiuto quest’anno 25 anni. Avete mai pensato a quanto abbia cambiato radicalmente le nostre abitudini in un quarto di secolo?
Ha reso il lavoro più veloce, ci ha aiutato a trovare la casa o la vacanza, qualcuno ha trovato l’anima gemella, ci ha permesso di fare shopping comodamente seduti in poltrona, ci ha informati…

Ma ha anche influito moltissimo sulle imprese. Vediamo l’impatto che ha vuto su queste ultime e approfondiamo in particolare il caso di Axa IM Italia.

Il web e le imprese

Qualche anno fa, per farsi conoscere dal pubblico, un’azienda doveva investire ingenti somme di denaro per una campagna pubblicitaria in TV, in radio oppure comprare spazi sulle pagine di quotidiani e riviste.

Tutto questo è ancora realtà, ma bisogna ammettere che qualcosa è cambiato se, anche nel nostro paese – non proprio famoso per innovazione – già nel lontano 2006 gli investimenti pubblicitari sul web avevano superato quelli della radio, mentre nel 2013 la pubblicità su Internet ha superato la pubblicità a mezzo stampa. Sì, siamo un paese “da televisione”, ma anche qui le cose cambiano vorticosamente: Google è la seconda realtà per fatturato tra le concessionarie pubblicitarie, dopo Mediaset e prima di Rai! (Fonte: elaborazioni New Tabloid su dati Aziende, Studio Frasi e AgCom).

La rivoluzione, come spesso spieghiamo ai partner di Advise Only, è in atto da anni. Si sta passando da un modello di messaggio broadcast (uno-molti) tipico dei vecchi media come TV, radio e giornali a un messaggio di tipo network (molti-molti).

Più semplicemente l’azienda moderna non può più pretendere di lanciare un messaggio alla folla, senza feedback e aspettandosi un ritorno dell’investimento pubblicitario. Deve piuttosto “calarsi nella piazza” e chiacchierare con gli altri utenti come primus inter pares: ascoltare, spiegarsi, convincere, rispondere, premiare i supporter, conquistare nuovi clienti…

Questo smottamento silenzioso, ripeto, è già in atto da anni. E ha portato il web a conquistare il 27% della torta degli investimenti pubblicitari italiani (nel 2013). All’interno dell’etichetta “web” ci sono, tra l’altro, fenomeni sorgivi da guardare con attenzione: il new internet, ad esempio.

Il new internet è un variegato settore che raccoglie le componenti più innovative del web: smartphone, tablet, connected TV, applicazioni, social network, video, pay e data-driven advertising. Questa branca, da sola, rappresenta il 32% dei ricavi totali del web e ha registrato una crescita in un anno del 73%.

Il caso AXA IM Italia

Advise Only opera in questo contesto e si propone come società di consulenza web specializzata in soluzioni tecnologiche e di comunicazione web per il mondo finanziario.

Tra i numerosi partner con i quali abbiamo lavorato, l’ultimo è AXA Investment Managers Italia.

Dalla proficua collaborazione ne è nato un blog, un Financial Lab dedicato a promotori finanziari, private banker e investitori. Andate a visitarlo qui: blog.axa-im.it.
In questo spazio, gli esperti di AXA IM rendono disponibili, in modo rapido e puntuale, le sintesi dei principali commenti, le analisi e gli aggiornamenti sui mercati e tutte le novità riguardanti la società di gestione.

blog-axa-im

Il blog si presenta con un’impostazione chiara, suddivisa in due sezioni:

  1. La ricerca – area che offre la possibilità di approfondire le tematiche di mercato.
    • La versione di Iggo. Spunti, idee, analisi, anche controcorrente, per una view mai banale sul mercato obbligazionario. I contenuti sono a cura di Chris Iggo, Chief Investment Officer per il mercato obbligazionario di AXA Investment Managers.
    • Strategia d’investimento. Ricerca mensile che approfondisce i temi più rilevanti per i mercati finanziari. La sezione è a cura di Eric Chaney, capo economista AXA Group, e del suo team di analisi.
    • Il commento dei gestori. Indicazione dei prodotti di AXA IM più adatti ad affrontare le diverse fasi di mercato.
  2. I fondi – area dedicata all’intera gamma dei fondi azionari, obbligazionari e flessibili di AXA IM registrati al collocamento in Italia.

AXA IM non si ferma qui, ha già attivato un account Twitter (a proposito, seguitelo: @AXAIM_IT) e avviato una newsletter chiara e immediata, in cui settimanalmente sono proposti i contenuti del blog e non solo. Per iscriversi, basta compilare il form sulla spalla destra del blog.

C’è chi dice che il mondo della finanza sia poco innovativo. Beh, AXA IM fa senz’altro eccezione.

Per conoscere meglio ciò che propone Advise Only alle aziende, consulta l’area del sito dedicato al B2B.

Scritto da

Pugliese a Milano, amante del buon cibo, interessato a politica, tematiche economico-finanziarie e appassionato di innovazione tecnologica, in tutte le sue sfaccettature. È esperto di brand awareness, di gestione di contenuti multimediali, di comunicazione web e social networking. Laureato in Economia aziendale e Management all'Università Bocconi, ha lavorato nella Comunicazione e Brand di Anima Sgr curando la presenza sul web.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.