a
a
HomeECONOMIA E MERCATIECONOMIA, POLITICA E SOCIETA'Nativi digitali, luci e ombre di una vita “iper-connessa” in un’infografica

Nativi digitali, luci e ombre di una vita “iper-connessa” in un’infografica

Internet e le nuove tecnologie digitali, lo diciamo sempre, stanno cambiando radicalmente il modo in cui le persone si rapportano alla realtà, non solo in ambito finanziario con la rivoluzione Fintech, ma in tutti gli aspetti della vita: dall’interazione con il prossimo, alle modalità di acquisto, fino al modo di imparare e tenersi aggiornati su ciò che succede nel mondo. Questo discorso vale a maggior ragione per i più giovani, i cosiddetti “nativi digitali”, abituati a vivere costantemente connessi, a volte persino di notte.

Ma oltre alle enormi opportunità offerte dalla tecnologia – delle quali rimaniamo fermamente convinti – è bene ricordare che la rete nasconde anche alcuni rischi. E, proprio come vi diciamo sempre parlando di investimenti, la consapevolezza e l’informazione sono due fattori chiave per potersi muovere con destrezza, sul web così come sui mercati finanziari.

Proprio perché noi di AdviseOnly facciamo della trasparenza e della tecnologia i nostri baluardi, abbiamo deciso di dare visibilità a un recente studio di Sos Il Telefono Azzurro Onlus e Doxakids, che analizza il comportamento degli adolescenti online sulla base di un’indagine condotta su 600 ragazzi dai 12 ai 18 anni e 600 genitori dai 25 ai 64 anni e intitolata “Il tempo del web. Adolescenti e genitori online”.

I risultati sono interessanti: il 17% dei ragazzi intervistati dichiara di non riuscire a staccarsi da smartphone e social, 1 su 4 (25%) è sempre online, quasi 1 su 2 (45%) si connette più volte al giorno. E ancora: un intervistato su 10 confessa di aver effettuato un acquisto senza accorgersene e più di 1 su 3 (38%) compra regolarmente con una carta di credito (nel 63% dei casi con la carta dei carta dei genitori, nel 22% con la propria). E per il 17% l’ultimo acquisto online aveva un valore tra i 50 e i 100 euro.

E questo è solo un assaggio. Per sintetizzare meglio i dati della ricerca, e darvi uno spunto di riflessione sul comportamento online degli adolescenti e gli eventuali rischi che corrono, ci siamo avvalsi di un’infografica realizzata da Stampaprint. Eccola:

Safer-Day (1)

 

Scritto da

La scrittura è sempre stata la sua passione. Laureata in Economia per le Arti, la Cultura e la Comunicazione all’Università Bocconi di Milano, è entrata nel mondo del giornalismo nel 2008 con uno stage in Reuters Italia e successivamente ha lavorato per l’agenzia di stampa Adnkronos e per il sito di Milano Finanza, dove ha iniziato a conoscere i meccanismi del web. All’inizio del 2011 è entrata in Blue Financial Communication, dove si è occupata dei contenuti del sito web Bluerating.com e ha scritto per il mensile Bluerating.

Nessun commento

lascia un commento