a
a

Investire nella Rete per crescere

Leggo oggi (giovedì 22 settembre 2011) su Repubblica un bell”articolo di Riccardo Luna.

Riccardo Luna è l”ex straordinario direttore di Wired Italia, scrittore di indimenticabili editoriali che tengo appiccicati con il nastro adesivo al mio desk! (Vi regalo il link ad uno dei miei preferiti).
Questo articolo mi ha fatto riflettere: siamo tutti così preoccupati e tristi in questi mesi che a volte è difficile guardare avanti, ma è in tempi di crisi come questi che nascono le opportunità più interessanti.
Tra le attese misure di crescita italiane che tutti aspettiamo per risollevarci dalla palude in cui siamo lentamente sprofondati, noi di www.adviseonly.com speriamo che ci sia davvero qualche vero incentivo alla diffusione in Italia della banda larga.
Internet è un mezzo potentissimo e a basso costo per creare iniziative, diffondere conoscenze e crescere. Se volete approfondire il tema consiglio vivamente “Banda Stretta” di Francesco Caio e Massimo Sideri, un breve saggio che spiega con semplicità quanto il web sia imprescindibile anche per i non “nativi digitali”. Mette addosso un”incredibile voglia di fare, attivarsi, creare.
Nel nostro piccolo questa esperienza l”abbiamo vissuta: siamo un team di ex bancari, forse il settore più in disgrazia (e più impopolare) del momento, settore che, anche se non si legge tanto sui giornali, sta affrontando un ridimensionamento pesante e inevitabile, che renderà molte persone, specie a Milano, senza lavoro e con scarse probabilità di ritrovarne uno nel breve.
Un bel giorno, agli albori di questa crisi, ci siamo incontrati e abbiamo pensato che anche un servizio tradizionalmente offerto dalle banche o da altri intermediari, come la consulenza finanziaria, potesse forse essere “virtualizzato” e offerto direttamente on-line, a costo basso ma con elevati standard di qualità, con grande indipendenza di giudizio. Ci stiamo provando con www.adviseonly.com, non sappiamo ancora se funzionerà, per ora guadagniamo poco e comunque molto meno di prima, ma abbiamo finalmente l”entusiasmo di lavorare a qualcosa di nuovo e interessante: offrire consigli finanziari ad un largo pubblico di risparmiatori. Che spesso ne ha bisogno, visto come vanno i mercati finanziari.
Ho sentito tante storie di successo e creatività in questi due anni in cui ho deciso di passare da “donna che il computer giusto lo accende e lo spegne” a microimprenditrice digitale: persone che hanno chiuso un negozio e se ne sono aperto uno su Amazon, piccoli imprenditori di settori molto specifici che hanno cominciato a raggiungere clienti in mercati precedentemente impensabili per loro spendendo poche migliaia di euro in un sito ben fatto e tradotto nelle lingue dei Paesi che volevano raggiungere. Oggi esistono siti che comparano tariffe, vendono viaggi, organizzano programmi dietetici o sportivi su misura. E molto altro.
Insomma, il web allarga i mercati e gli orizzonti, tutti possono accedervi e attraverso il web si può imparare quasi tutto. Un mio ex collega bancario si ha messo su un sito di cucina e catering sul Web. Pensate a che idea geniale hanno avuto i signori di Groupon nell”allargare le frontiere di quartiere e nel dinamizzare l”offerta di prodotti e servizi nelle grandi città.
Il web è vasto e dà spazio a doti creative che magari non sapevamo di avere, sul web si trova quasi tutto, chi riesce a posizionarsi nel quasi o a fare di meglio nel tutto, può avere una bella opportunità.
Per allargare le nostre frontiere ha molto più senso investire sulla rete anziché sul Ponte sullo Stretto…


Scritto da

È uno dei partner fondatori e Presidente di Advise Only. Laureata in Economia Politica presso l'Università Bocconi, è stata responsabile dell'area commerciale dell'asset management del gruppo Banca Leonardo, occupandosi della ristrutturazione dell'offerta dei prodotti di risparmio gestito. In precedenza ha accumulato significative esperienze dapprima presso l'area Fixed Income Sales & Trading di JP Morgan e poi come Managing Director in Goldman Sachs, area Structured Fixed Income, occupandosi di clientela istituzionale italiana. Ama lo sport (corsa e sci di fondo), i buoni libri e l'opera lirica.

Nessun commento

lascia un commento