a
a
HomeBRAND CORNERCome fare per risparmiare emissioni? Investire sostenibile!

Come fare per risparmiare emissioni? Investire sostenibile!

Il pianeta ci sta dando chiari segnali

Lo scioglimento dei ghiacciai, l’innalzamento dei livelli del mare, il cambiamento climatico sono tutti campanelli di allarme per l’umanità, a indicare che stiamo vivendo al di là delle capacità ecologiche di cui disponiamo. Per cercare di porre fine allo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali è importante essere consapevoli di quante ne consumiamo nella vita di tutti i giorni.

Per questo, in linea con il nostro impegno a favore della tutela ambientale, abbiamo deciso di misurare la Carbon Footprint (o impronta di carbonio) del nostro fondo Etica Azionario e di raffrontarla a quella di prodotti che utilizziamo tutti i giorni: in pratica si tratta di capire l’entità delle emissioni di gas a effetto serra legate al ciclo di vita di un prodotto, ma anche di un’organizzazione o un individuo.

Ne è emerso che, in media, un investimento di 100 euro nel fondo Etica Azionario pesa meno di uno smartphone in termini emissioni di gas serra.

Ma facciamo un passo indietro: che cos’è esattamente la Carbon Footprint?

La Carbon Footprint

La Carboon Footprint è una delle misure chiave per la valutazione dell’impatto ambientale di un investimento; esprime infatti la quantità di emissioni di gas serra legate a prodotti, organizzazioni e individui, ed è quindi un indicatore importante nella lotta contro il cambiamento climatico.

Si traduce “impronta di carbonio” e viene espressa in termini di kg di CO2 equivalente (CO2e).

Secondo le indicazioni del Protocollo di Kyoto, i gas serra da prendere in considerazione nel calcolo della Carbon Footprint sono anidride carbonica (CO2), metano (CH4), ossido nitroso (N2O), idrofluorocarburi (HFC), perfluorocarburi (PFC) e esafloruro di zolfo (SF6).

Per avere un indicatore unico, le emissioni di tutti questi gas vengono convertite in CO2 equivalente attraverso parametri stabiliti a livello mondiale dall’IPCC, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (organismo che opera sotto l’egida delle Nazioni Unite).

La CO2 viene presa quindi come riferimento: per esempio, il metano ha un “potenziale serra” 25 volte superiore rispetto alla CO21, quindi un kg di metano verrà contabilizzato come 25 kg di CO2 equivalente. E così via. Questo indicatore sintetico può quindi essere utilizzato per determinare l’impatto che le emissioni hanno sui cambiamenti climatici di origine antropica.
1 – Fonte Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare

L’impatto del fondo Etica Azionario

Nello specifico, stando alle nostre rilevazioni, 100 euro investiti nel nostro fondo Etica Azionario equivalgono a 27 kg di CO2e generati in un anno. Ne viene generato un solo kg per la produzione di 1 kg di pane, mentre le emissioni salgono a 6 kg di CO2e nella realizzazione di una maglietta e a 57 kg per la produzione di uno smartphone. Una lavatrice, poi, “costa” 315 kg in termini di CO2 equivalente.
 
impatto anidride carbonica di smartphone e lavatrice
 
Da cosa deriva la Carbon Footprint del nostro fondo? Naturalmente dalle aziende in cui investe, che vengono selezionate attraverso un’accurata analisi socio-ambientale in base al loro impegno per la tutela dell’ambiente e alla loro responsabilità sociale. Ad oggi, l’81% dei titoli presenti in portafoglio ha intrapreso iniziative per ridurre le proprie emissioni inquinanti.

Questo ha portato a risparmi pari a 3.355 tonnellate di CO2e all’interno del portafoglio. Per avere un’idea concreta, tale riduzione può essere equiparata alla quantità di CO2 assorbita in un anno da una foresta ampia 11,66 km quadrati.

Nel dettaglio, per calcolare la Carbon Footprint del fondo Etica Azionario, nel 2016 sono state rilevate:

  • 63.400 tonnellate di CO2 attribuibili alle emissioni totali delle aziende in portafoglio;
  • 334 tonnellate di CO2 equivalenti alle emissioni medie delle aziende per ogni milione di euro fatturato;
  • 272 tonnellate di CO2 equivalenti alle emissioni per ogni milione di euro investito nel fondo.

Per risparmiare emissioni ci vuole Etica

Scritto da

Etica Sgr nasce nel 2000 con la convinzione che analizzare gli emittenti di titoli anche da un punto di vista ambientale, sociale e di governance (ESG) offra valore aggiunto sul piano dei rendimenti. Etica Sgr esercita inoltre i diritti di azionista dei propri sottoscrittori nelle società in cui investe, per sollecitare le imprese e accompagnarle nel percorso di raggiungimento di una condotta più responsabile. L’utilizzo di criteri ESG, codificati in una metodologia trasparente e certificata secondo i requisiti della norma UNI EN ISO 9001:2015, permette di gestire i rischi in modo più efficace, cogliendo interessanti opportunità di investimento. Etica Sgr aderisce ai Principles for Responsible Investment (PRI) delle Nazioni Unite ed è la prima Sgr italiana ad avere assunto un impegno concreto sul tema del climate change aderendo al Montréal Carbon Pledge. Etica Sgr

Nessun commento

lascia un commento