a
a
HomeCAPIRE LA FINANZAABC FINANZALe società quotate più vecchie sono le migliori?

Le società quotate più vecchie sono le migliori?

le performance dei migliori titoli di Borsa Italiana

Dicono che il vino invecchiando migliora. Vale lo stesso per le società quotate? Abbiamo chiesto ai numeri se le azioni quotate in Borsa da più tempo sono anche le migliori in termini di rendimento.


Abbiamo ipotizzato di aver investito 100 euro (anche se l’unità di conto, che sia in Lire, Euro, dragoni d’argento o crediti galattici standard, è del tutto irrilevante) nei titoli oggi presenti su Borsa Italiana, a partire dal loro primo giorno di quotazione. Sistematicamente.

Una classica strategia Buy&Hold con il reinvestimento dei dividendi. E poi abbiamo osservato, titolo per titolo, il risultato finale, vale a dire il montante dei 100 euro iniziali: quella è la ricchezza generata dall’azione.

Più tempo = più valore?

Intuitivamente, verrebbe da dire di sì: più tempo lascio investito il denaro, più il capitale finale dovrebbe gonfiare. È un’intuizione economica, basata sul buon senso, ma non è necessariamente vera: nella vita economica di una società possono verificarsi infinite situazioni in grado di minare la capacità di generare utili e valore. Quindi, come facciamo sempre noi in AdviseOnly, preferiamo trovare una risposta partendo dai dati.

Analizzando i dati delle prime 40 società (in termini di capitalizzazione) quotate su Borsa Italiana, sembrerebbe proprio che il tempo aiuti nella creazione di valore. I dati delle società migliori, in termini di creazione di ricchezza, sono tutti nel grafico (e quelli non presenti nel grafico, sono nella tabella al fondo dell’articolo):

  • sull’asse orizzontale trovate gli anni dalla quotazione;
  • sull’asse verticale è riportato il montante lordo dei 100 euro inizialmente investiti;
  • la dimensione delle bolle è invece proporzionale al rendimento medio annuo lordo.

 

I top player di Borsa Italiana

Al primo posto per creazione di valore, c’è ASTM S.p.A. che non trovate nel grafico perché l’azione è una gigante rossa delle performance (rispetto al resto del campione) e renderebbe distorta la rappresentazione grafica. Nei suoi 32 anni di vita borsistica, il capitale iniziale di 100€ investito nel 1985 sarebbe diventato ad oggi pari a 428.208€, grazie ad un rendimento medio annuo del 29,21% (fonte Bloomberg). Il capitale iniziale è diventato dunque quasi 4.000 volte più grande. E non è tutto merito dell’inflazione, visto che nel periodo è stata in media pari al 4,9% annuo, e quindi il rendimento reale medio annuo (quello che conta) è del 24,9%.

Al secondo posto per creazione di valore troviamo Industrie Macchine Automatiche che, grazie ad un rendimento medio annuo del 17,9%, in 22 anni di quotazione di Borsa ha portato il valore del nostro ipotetico investimento iniziale a 3.953€.

Al terzo posto invece si piazza Brembo, con 22 anni di vita ed un rendimento annuo medio del 15,7%: il capitale finale sarebbe stato di 2.549€.

Tra i titoli novellini di Borsa ve ne sono anche alcuni che hanno corso, nonostante la giovane età borsistica. Tra le società che hanno più che raddoppiato il valore delle loro azioni in poco tempo ci sono Brunello Cuccinelli, Ferragamo, Cerved e Fineco.

Old but (not) gold

Tra le società “veterane” che hanno creato relativamente poca ricchezza per gli investitori ci sono Mediaset, IREN, Acea ed Enel: in molti anni di quotazione, nel migliore dei casi hanno raddoppiato il capitale investito. Mediaset, in oltre 21 anni di quotazione ha portato il capitale iniziale di 100€ a un modesto 170€. Nel campione di riferimento l’unica azienda che invece ha distrutto valore è Saras S.p.A.

Insomma, il tempo sembra aiutare a far emergere il valore delle aziende, ma non sempre. Qui entra in gioco il rischio d’impresa, che negli investimenti si traduce in rischio specifico, o idiosincratico.

Non tutte le aziende infatti sono capaci di creare valore per gli azionisti. Capire quali sono le aziende in cui investire è molto difficile  e questa è la ragione per cui diversificare i rischi, investire in ampi panieri di titoli e in un’asset allocation equilibrata è sempre una saggia scelta per un risparmiatore.


Investire con i Portafogli AO è semplice e conveniente

Scritto da

Un cambio di rotta nella finanza personale. Con www.adviseonly.com in pochi click puoi realizzare un portafoglio di investimento. Accorciamo le distanze tra te ed i tuoi investimenti, rendendoti ad ogni passo più autonomo e consapevole.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.