a
a
HomeBRAND CORNERPensaci Oggi, pro e contro rispetto a fondi pensione e libretti postali

Pensaci Oggi, pro e contro rispetto a fondi pensione e libretti postali

Pensaci Oggi non è un prodotto previdenziale, bensì un fondo comune orientato al lungo termine, una specie di salvadanaio. Quali sono i vantaggi rispetto a fondi pensione aperti, o PIP, oppure libretti postali?

Nonostante i ripetuti appelli del presidente dell’INPS, Tito Boeri e i tentativi di sensibilizzare i contribuenti tramite diverse iniziative, tra cui l’invio della Busta Arancione, sono ancora troppo pochi gli italiani che si attivano per trovare una soluzione al problema della pensione.

La previdenza integrativa in Italia

Qualcosa inizia a muoversi, anche se a rilento, nel mondo della previdenza integrativa. Secondo un recente studio condotto dalla società di consulenza Excellence Consulting, la quota di iscritti ai fondi pensione negoziali è salita dal 2% del 2010 al 2,47% del 2015, quella dei fondi pensione aperti è passata dallo 0,85% all’1,15%, mentre i lavoratori che hanno aderito piani individuali pensionistici sono aumentati dall’1,16% al 2,6%.

Ma ad oggi la previdenza complementare rappresenta nel nostro Paese poco più del 6% del PIL, ben lontano dal 40% circa che si registra in Gran Bretagna e negli Stati Uniti.

Eppure il problema del risparmio a lungo termine in vista della vecchiaia esiste e non si risolverà da solo. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: è meglio non rimandare oltre. Esistono diversi strumenti a disposizione degli investitori, anche per chi non potesse (per difficiltà di accesso economico) o non volesse un fondo pensione vero e proprio: l’importante è iniziare ad accumulare qualche risparmio in vista del futuro.

Pensaci Oggi a confronto con fondi pensione, PIP e libretti postali

Uno di questi strumenti è Pensaci Oggi. Non si tratta nello specifico un prodotto previdenziale: è un fondo comune orientato al lungo termine, con modalità di investimento molto flessibili e costi di commissione bassi, che ben si presta ad essere impiegato come strumento di risparmio che aiuta ad integrare la propria (futura) pensione e a gestire così il rischio longevità.

Soprattutto qualora non siano disponibili alternative con un costo commissionale conveniente, il che non è affatto raro sul mercato della previdenza integrativa italiana (vi invitiamo a dare un’occhiata agli indicatori sintetici di costo calcolati da COVIP). Potremmo definire Pensaci Oggi come una sorta di salvadanaio, che però offre costi più bassi e rendimenti verosimilmente più interessanti rispetto ad altri strumenti dove viene frequentemente “parcheggiato” il capitale, come libretti postali o conti deposito (vedere tabella).

Certo, quando si ha accesso a un fondo pensione di categoria che permette di beneficiare del contributo del datore di lavoro, c’è una forte convenienza ad aderire ad una forma pensionistica complementare. Ma vi sono molte situazioni lavorative che non lo prevedono affatto.

Di seguito pro e contro di PensaciOggi rispetto a fondi pensione aperti, PIP e libretti postali:

pensaci-oggi-immagine

Scritto da

Il fondo comune "Pensaci oggi" è uno strumento di investimento creato da Zenit Sgr e gestito in collaborazione con AdviseOnly È stato concepito come un “salvadanaio”, per accantonare, anche poco per volta, risorse da destinare al raggiungimento dei propri obiettivi futuri. È sottoscrivibile online, in modo da poter ridurre al minimo i costi ed è caratterizzato da una elevata flessibilità. Si tratta dunque di una soluzione semplice e trasparente per iniziare a investire fin da subito in vista di progetti o imprevisti che potrebbero concretizzarsi negli anni a venire. In questo brandcorner ci focalizziamo sul tema del risparmio e sull’utilizzo della tecnologia nel mondo degli investimenti. Un’area dunque dedicata all’informazione e alla formazione finanziaria, per affrontare il domani con più consapevolezza. Zenit SGR

Nessun commento

lascia un commento