a
a
HomeBRAND CORNERMarco e il suo portafoglio, 5 anni dopo

Marco e il suo portafoglio, 5 anni dopo

La determinazione e la costanza sono fondamentali per il coronamento di un successo: 5 anni dopo, diamo uno sguardo al portafoglio di Marco e ai suoi frutti.


Sono trascorsi i tempi delle notti in bianco scandite dal suono acuto del pianto di Stefano: adesso il piccolo Testa è nella fase “distruttiva”. Insomma, muri colorati dai pastelli e soprammobili che perdono pezzi. Eppure per il papà Marco non c’è ricompensa più bella del sorriso del figlio, che lo fa sentire un vero supereroe.

E, a proposito di ricompensa, cinque anni prima Marco, su consiglio del padre, si era convinto a chiedere ad un consulente come investire piccole somme in modo graduale, per accumulare un capitale per il futuro del figlio. Com’è andato l’investimento in 5 anni?

Un investimento semplice ed efficace

Innanzitutto, Marco ha investito a settembre 2012 una quota disponibile dei suoi risparmi, alla quale se ne è aggiunta una dei suoi genitori, cioè i nonni del piccolo Stefano: 10.000 euro in tutto. Poi, con qualche sacrificio per la giovane coppia, Marco ha investito 100 euro ogni mese, con regolarità, effettuando un PAC (cioè un “Piano d’Accumulo del Capitale”).

Si è trattato di un investimento semplice, ma comprensibile a chiunque, e assai saggio: un fondo bilanciato internazionale, cioè un investimento che contempla azioni e obbligazioni di tutto il mondo, in egual misura. Un portafoglio che diversifica molto bene i rischi finanziari tra le varie classi di attivo (asset class), denominate anche in differenti valute, nonostante il risultato finale sia in Euro. Del resto, diversificare i rischi è l’unico vero free lunch, cioè l’unico pasto “ gratis” offerto dai mercati finanziari: si può puntare a risultati migliori, a parità di rischio, solo grazie ad una composizione di portafoglio equilibrata.

Ciò detto, Marco non ha mai provato a fare il “fenomeno”, cercando di anticipare le mosse dei mercati, con il market timing. Niente di tutto ciò. Marco ha invece puntato sulla regolarità e sulla costanza, come un maratoneta, versando i suoi 100 euro mensili (non sempre semplici da far saltar fuori ogni mese dal bilancio familiare di una giovane coppia) anche quando i mercati traballavano.
I risultati sono limpidi: la regolarità ha pagato e il capitale è già pari a quasi 22.000 euro.
 

 

Niente panico

I mercati hanno dato una mano a Marco e la performance media annua del portafoglio bilanciato è stata del 7,84%, con un rapporto tra performance ottenuta e rischio assunto – rapporto che prende il nome di Sharpe Ratio – pari a 1,05 (un valore oggettivamente molto buono su un arco temporale di cinque anni). Ma non sono mancati momenti relativamente bui: a un certo punto, a causa di turbolenze provenienti dai mercati emergenti (Cina in particolare) il fondo perdeva circa il 12%. I nervi saldi di Marco, ben consigliato dal suo consulente, hanno evitato che il panico prendesse il sopravvento facendogli liquidare l’investimento per un movimento di mercato che rientrava nella norma, e perdendo il successivo recupero. Invece no: Marco ha tenuto duro; non solo non ha disinvestito, ma ha anche continuato regolarmente con i versamenti mensili. Inoltre il PAC, investendo capitale con una determinata e costante frequenza, offre l’opportunità di approfittare anche delle fasi di ribasso del mercato, permettendo acquisti a prezzi più convenienti. Poi, i mercati hanno fatto quello che sanno fare meglio: remunerare gli investitori nel medio-lungo periodo.

Occorre solo un po’ di pazienza. E tempo. Ma il piccolino ha solo cinque anni e di tempo ce n’è in abbondanza, sicché il denaro può quindi riposare e al tempo stesso lavorare con calma.

I fattori di successo

Perché l’investimento di Marco è andato così bene? L’aiuto del consulente è stato fondamentale in almeno tre aspetti: innanzitutto ha permesso a Marco di investire in un fondo bilanciato, tanto semplice quanto efficace e diversificato, piuttosto che in prodotti complicati e poco trasparenti. In secondo luogo, il consulente finanziario ha aiutato Marco a superare quei momenti difficili in cui l’investimento sembrava avere diversi problemi: la calma ha permesso di non prendere decisioni affrettate, a tutto vantaggio della performance finale. Infine, il consulente di Marco lo ha aiutato ad essere costante nei versamenti, spiegandogli che cosa stava accadendo ed eliminando le sue preoccupazioni, evitando la trappola del market timing. Integrare il portafoglio con versamenti a cadenza mensile è stata infatti una scelta rivelatasi di grande successo.

Informazioni esemplificative a esclusivo scopo illustrativo: non devono essere considerate una raccomandazione di acquisto o vendita.


Aumenta la tua intelligenza di investitore

Con guide, video e un test interattivo, incomeIQ rende più consapevoli i risparmiatori dell’importanza di pianificare e investire per la vita.
Scritto da

Fondato nel 1804, quotato alla Borsa di Londra dal 1959 e parte dell'indice FTSE 100, Schroders è uno dei principali gruppi finanziari globali, che ha fatto della gestione di capitali la propria esclusiva attività. Si distingue per indipendenza, stabilità degli assetti proprietari e solidità dei bilanci. La capacità di puntare lontano e anticipare i trend d’investimento ne caratterizza la storia da oltre due secoli: con approccio rigoroso e illuminato la società mira alle migliori opportunità in tutto il mondo, osservando i mercati internazionali e locali da una prospettiva privilegiata. Questo le ha permesso di superare con successo i periodi economici sfavorevoli e di crescere fino a diventare uno dei leader mondiali del settore.

Nessun commento

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Schroder Investment Management

Esclusione di garanzia e limitazione di responsabilità

A giudizio di Schroder Investment Management (Luxembourg) S.A. le informazioni fornite in questo sito sono accurate alla data della pubblicazione. Tuttavia la società, le sue consociate, gli amministratori ed i dipendenti di Schroders o delle sue consociate non prestano alcuna garanzia di esattezza delle medesime. Conseguentemente non potranno essere tenute responsabili per eventuali errori od omissioni nelle informazioni fornite.

Riservatezza
Schroder Investment Management (Luxembourg) S.A. pone la massima cura nel salvaguardare la riservatezza di qualsiasi informazione personale che le viene fornita tramite questo sito. Il nostro sito web non riconosce il vostro nome di dominio o il vostro indirizzo di posta elettronica, ma soltanto il paese di residenza da voi indicato.